fbpx
Dritte Gluten Free Travel viaggi sognati

Disneyland Paris: 10 consigli utili prima di partire

Dicembre 28, 2018

Buon compleanno, Topolino! Siete in procinto di organizzare un viaggio per Disneyland Paris e avete bisogno di qualche dritta? Niente paura: ecco una lista di 10 consigli utili da tenere a mente prima di partire.

1. Come prenotare

Diario dei giorni distratti

Disneyland offre la possibilità di prenotare attraverso numerosi canali. La scelta, in fase di prenotazione, è tra il solo biglietto d’ingresso e il pacchetto Parco più Hotel.

Alcuni pacchetti includono anche il volo di andata e ritorno.

Il canale principale per l’acquisto del pacchetto Parco più Hotel è il sito ufficiale Disney.

Come anticipato, il volo di andata e ritorno in classe economica può essere incluso o meno all’interno del pacchetto. Il consiglio è di verificarne a parte il costo e, nel caso si decida di non includerlo nel pacchetto, di prenotare con largo anticipo per non perdere le offerte più vantaggiose. Attenzione però: spesso i voli al costo più basso vi dirigeranno verso i più distanti aeroporti di Le Bourget e Beauvais: in questo caso, il trasporto fino a Disneyland potrebbe incidere notevolmente sulle spese rendendo vano il risparmio sul volo.

Gli aeroporti più vicini e meglio collegati a Disneyland, al contrario, sono quelli di Roissy/Charles-de-Gaulle e di Orly.

Consiglio di prenotare il volo a parte, in questo caso potrete risparmiare notevolmente. Ad oggi Skyscanner resta il canale migliore.

2. Dove dormire

Per quanto riguarda il pernottamento, le possibilità sono due: dormire o meno all’interno del Parco.

Cominciamo con la scelta più utilizzata eppure non necessariamente più economica: dormire a Parigi o in provincia. In questo caso, dovete tenere a mente due punti fondamentali: gli alberghi a Parigi hanno un costo elevato e i mezzi di trasporto per il Parco incidono notevolmente sulle spese. Di solito, il costo del treno RER da Parigi è di circa 8 euro a testa, la navetta dagli aeroporti più vicini ha un costo minimo di 20 euro.

Dormire all’interno del Parco, invece, offre due grandi vantaggi: la possibilità di visitare il parco due ore prima dell’apertura (un notevole punto di forza vista la grande affluenza giornaliera) e di assistere allo spettacolo mozzafiato di luci e fuochi d’artificio delle 22:00 senza preoccuparvi di perdere l’ultimo treno per Parigi.

Ecco un esempio dei costi dei Resort nei dintorni di Disneyland via Booking: attenzione, valutate sempre la reale distanza con il Parco.

Booking.com

A seconda che decidiate di dormire o meno in uno degli Hotel di Disneyland il consiglio per risparmiare resta sempre lo stesso: prenotare con largo anticipo per usufruire del prezzo migliore.

3. Parola d’ordine: partire organizzati

Amate viaggiare senza programmare nulla come la sottoscritta, siete soliti storcere il naso quando si parla di viaggi organizzati? Beh, con Disneyland dovrete fare un piccolo sforzo, perché il modo migliore per evitare file e usufruire di tutti i servizi offerti è quello di partire avendo già un programma di viaggio, soprattutto per quel che riguarda attrazioni e pasti.

Il flusso notevole e continuo di turisti non permette di lasciare i dettagli all’ultimo minuto, dunque la parola d’ordine è partire organizzati. Come già sottolineato più volte, consiglio di prenotare volo, albergo e pasti con largo anticipo. Un aiuto fondamentale è dato dall’App Disneyland Paris e da Fastpass, di cui parlerò tra pochissimo.

4. Come raggiungere Disneyland Paris

Dagli aeroporti di Roissy/Charles-de-Gaulle e di Orly, in assoluto i più vicini al parco, con una delle tante navette a disposizione. Prezzi a partire da 20 euro a testa.

Per mezzo del treno RER, che in soli 35 minuti collega la stazione Nation alla stazione Marne-la-Vallée – Chessy. Troverete l’ingresso al parco a 100 metri dalla stazione. Il costo è di circa 8 euro a testa.

Il più grande punto di forza di Disneyland Paris è la sua completa accessibilità. Ogni negozio, hotel e ristorante del parco, così come i mezzi per raggiungerlo, sono privi di barriere architettoniche. Anche le attrazioni hanno tutti gli accorgimenti necessari per accogliere ogni tipo di disabilità.

5. I pasti

Partiamo da una certezza: a Disneyland è impossibile accedere ai ristoranti più famosi senza aver prenotato con enorme anticipo. I ristoranti più richiesti? Il Café Mickey e Auberge de Cendrillon con le sue Principesse, of course. Possibilità di accedervi senza prenotazione? Nessuna.

In caso di acquisto del pacchetto Parco più Hotel, consiglio senza ombra di dubbio la mezza pensione, il risparmio sul pasto è notevole.

Avete acquistato il solo ingresso al parco con pranzo al sacco? Niente paura: il parco dispone di un’ampia area picnic.

6. Scarica l’App

Come riferito in precedenza, L’App Disneyland Paris è fondamentale all’interno del Parco. Disponibile gratuitamente per tutti i dispositivi Android e iOS, permette di verificare i tempi di attesa stimati per le attrazioni, gli orari degli spettacoli e le mappe delle attrazioni, dei negozi e dei ristoranti. Preziosissima.

7. Acquista Fastpass

Tramite l’App Disneyland Paris è possibile acquistare online il Fastpass. Di cosa si tratta? Di un vero e proprio salta code. Basta semplicemente prenotare l’ora di ingresso all’attrazione d’interesse per mezzo dell’App: all’ora prestabilita vi si potrà accedere passando da un ingresso speciale. Nulla di più prezioso: statisticamente il 30% del tempo all’interno del Parco è sprecato in inutili code.

8. Compleanno a Disneyland? Niente paura

Ogni ristorante e albergo del Parco offre la possibilità di festeggiare il compleanno con i personaggi più amati dai bambini. Allo scoccare dell’ora concordata, Pluto, Minnie e Company appariranno con una torta sulle notte di Happy Birthday to you. Il costo? Solo quello del dolce, assolutamente abbordabile. Per i più piccoli è in assoluto il momento più felice e indimenticabile. Consigliato.

9. Disneyland e la celiachia

Purtroppo la Francia non ha una grande cultura e preparazione in fatto di celiachia, essendo un’allergia davvero poco diffusa. Disneyland fa un’eccezione, seppure con i dovuti limiti. All’interno dei ristoranti del Parco è possibile trovare prodotti congelati gluten free. La scelta non è molto ampia e vanno richiesti per tempo. Nessun problema per la colazione all’interno del parco. Il consiglio è di partire sempre con una piccola dose di snack salva-fame nello zaino.

10. Lo spettacolo delle 22:00

Uno dei punti di forza di Disneyland è la magia dello spettacolo delle 22:00. Ogni giorno, a pochi minuti dall’ora di chiusura del Parco, un gioco di luci, musica e fuochi d’artificio salutano i visitatori del Parco. Vale davvero la pena aspettare fino a tarda sera per godere di una vera e propria magia. Lo spettacolo di chiusura è uno dei motivi più validi per cui è consigliabile dormire all’interno del parco: pochi passi e sarete in Hotel con la certezza che Se puoi sognarlo, puoi farlo.

E voi? Avete già visitato Disneyland? Avete consigli da aggiungere? Fatemi sapere, sarò felice di condividerli!

Follow my blog with Bloglovin

You Might Also Like

19 Comments

  • Reply Virginia Gennaio 8, 2019 at 5:56 pm

    Disneyland, mi fai tornare bambina! Da piccola sognavo di alloggiare in uno degli hotel del parco, ma per motivi di costi alloggiavamo sempre in qualche anonimo hotel nelle vicinanze… La possibilità di visitare il parco prima dell’apertura ufficiale probabilmente vale il costo dell’hotel di per sé, oltre all’atmosfera sicuramente ineguagliabile delle ambientazioni offerte.

    • Reply Francesca Gennaio 8, 2019 at 6:11 pm

      Ciao, Virginia! Ti dirò, in bassa stagione e prenotando mesi in anticipo (orrore, per me) si risparmia un bel po’ 🙂 Da provare, almeno una volta nella vita. Grazie per essere passata da qui 😀

  • Reply Valentina Gennaio 8, 2019 at 7:56 pm

    Mi manca Disneyland e spero di tornarci presto (l’ultima volta risale a una decina di anni fa e immagino che dal 2008 le cose siano parecchio cambiate): Grazie per questo tuo post ricco di utili consigli 🙂

    • Reply Francesca Gennaio 8, 2019 at 8:28 pm

      Grazie a te, Valentina 🙂

  • Reply Stefania Manfredi Gennaio 9, 2019 at 12:28 am

    non sai quanto mi piacerebbe andare a Disneyland. è uno dei miei sogni! intanto mi salvo il tuo articolo con tutti questi consigli utili!

    • Reply Francesca Gennaio 9, 2019 at 7:27 am

      Spero ti possa essere utile. A presto, Stefania! 🙂

  • Reply Paola Gennaio 9, 2019 at 9:48 am

    ciao Francesca! Mi è balenato qualche volta per la testa di visitare Disneyland…ma non ho mai capito se valga veramente la pena per un adulto senza bambini al seguito….forse dovrei solo ascolatre il lato piu giocoso e goliardico che c’è in me 🙂

    • Reply Francesca Gennaio 9, 2019 at 10:56 am

      Ciao, Paola! Disney è soprattutto a misura di adulto, soprattutto quelli cresciuti con i cartoni Disney più famosi. Perché no?

  • Reply Julia Gennaio 9, 2019 at 10:23 pm

    Disneyland è bellissimo! noi abbiamo optato per il pacchetto completo, molto più conveniente rispetto ad altre opzioni e come dicevi anche tu offre molte vantaggi come l’ingresso anticipato.
    e i personaggi che si incontrano in Hotel? pochissima coda rispetto a quella nel parco.

  • Reply Dani Gennaio 10, 2019 at 5:40 am

    Credo proprio sia arrivato per noi il momento di visitare Dineyland, prima che mio figlio diventi troppo grande! Mi piacerebbe fargli una sorpresa per la sua comunione.

  • Reply Annalisa Gennaio 11, 2019 at 8:46 am

    Noi siamo Disneyland dipendenti. Andiamo ogni anno, e ogni anno ci troviamo in un meccanismo diverso. Siamo appena rientrati, abbiamo passato li il capodanno, ma stavolta ci siamo goduti, più che il parco, i ristoranti! ebbene si li abbiamo girati quasi tutti, dal Caffè Micky al Cendrillon, passando da Ratatouille. I fastpass vengono omaggiati anche dagli alberghi Disney, uno a testa al giorno per tutto il soggiorno.

  • Reply Sonia Gennaio 12, 2019 at 12:44 pm

    Ci sono stata diverse volte e confermo che tutti e 10 sono ottimi consigli!

  • Reply Sara Chandana Gennaio 12, 2019 at 7:38 pm

    Immagino che, se avessi dei figli, avrei una voglia matta di portarli a Disneyland Paris per vederli felici!
    E organizzerei il viaggio seguendo i tuoi preziosi consigli. 🙂

  • Reply Giovy Gennaio 13, 2019 at 8:33 am

    Disnelyland Paris per me è legato a un momento bellissimo: due giorni in cui mi sono goduta il regno della fantasia come non mai. E da adulta senza bimbi al seguito. L’ho adorato, pur non amando quel genere di luoghi.

  • Reply Federica Febbraio 8, 2019 at 10:39 am

    Bellissimo Disneyland Paris!
    Io ci sono stata tante volte da piccola, ma mi piacerebbe tornarci ora con il mio compagno.. E’ un luogo fantastico!
    Non sapevo ci fosse una App del parco.. sembra davvero utile ed indispensabile per chi vuole evitare code! Grazie 😉

    • Reply Francesca Febbraio 11, 2019 at 10:37 am

      Grazie a te, Federica!

  • Reply Silvia The Food Traveler Marzo 1, 2019 at 10:15 am

    Sono stata a Disneyland quando non c’era ancora nemmeno la possibilità di prenotare online, quindi ti parlo di secoli fa, forse quando il parco aveva aperto da pochissimo. Non avevamo dormito in una delle strutture e ti confesso che passare la notte lì e vedere lo spettacolo serale è una delle cose che vorrei fare, nonostante “non abbia più l’età”. Ma tornare bambini ogni tanto fa bene 😍

  • Reply francesca Marzo 19, 2019 at 1:49 pm

    Ci sono stata due volte e sono d’accordo sul fatto che si debba partire ben organizzati e armati di pazienza, altrimenti nei parchi a tema si rischia l’isteria! Ottimi consigli 😉

  • Leave a Reply